Quando si dimentica il costo e l’utilità di un’opera pubblica?

Due settimane fa ci fu l’inaugurazione del nuovo centro congressi di Roma, la “nuvola di Fuksas”. Semb

fab3eb0eeb40e8c0a350951869454784

la mole antonelliana durante la sospensione dei lavori durata 8 anni

 

ra un secolo fa dato che in mezzo ci sono state le elezioni USA con vittoria di Donald Trump, tutto già previsto nei Simpson.

Scrissi allora un pezzettino pre PresS/Tletter in cui sostengo che, se la “nuvola” fosse stata amata da una buon parte dei cittadini, e chiara espressione di genialità, probabilmente pochi parlerebbero di costi eccessivi e di inutilità. Partendo da un esempio illustre, una follia inutile ma a suo modo necessaria, la Mole Antonelliana.

Quando si dimentica il costo e l’utilità di un opera? – di Guido Aragona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...