Un esempio di cattiva retorica

– la rubrica saturday soul surge contiene pensierini di fine settimana con commento musicale. In genere rilassante, oggi pesante

Le dimissioni del giudice Caselli da Magistratura Democratica, in seguito alla pubblicazione di uno scritto di Erri De Luca sulla rivista di questa associazione di magistrati, hanno destato un certo scalpore.

Certo, in Italia nulla è più materia di discussione pubblica quanto gli scazzi televisivi di Anna Oxa, le sciocchezze diDell’Utri e Berlusconi a proposito dei suoi rampolli, la prostituzione giovanile a Roma (e che vi aspettate, a pompare in quotidianamente prodotti canori per adolescenti americani, ed altri modelli commerciali di donna “emancipata”)  e tutto quanto fa chiacchiera inutile e che consenta un facile moralismo.

Lo scritto di Erri De Luca che ha fatto imbufalire Caselli è questo, qui pubblicato da Europa. (si potrebbe aprire un fronte di discussione sul tema “dimissioni di Caselli” ma non mi interessa; vorrei parlare solo dello scritto di De Luca).

Secondo me è interessante perchè mostra nel modo più chiaro quanto un approccio letterario e poetico possa essere retorico e fuorviante.

Non sono peraltro scandalizzato dalla pubblicazione di questo testo – di sicuro valore letterario – in una rivista di una associazione di magistrati, fatta con le dovute prese di distanza.

E non critico De Luca per una mia “non violenza” (non credo nella “non violenza” in sè), quanto per il fatto che trovo in questo scritto di De Luca una analisi terribilmente  insufficiente, superficiale e monodimensionale della realtà, dietro il paravento dell’immagine di Orfeo ed Euridice, pur nobilitata da una prosa avvincente. Ma con questo tono da profeta attorniato da filistei.

Quello che mi infastidice dio questo scritto è la frivolezza, la disinvoltura,  con cui questo tema viene affrontato  da De Luca, non ciò che dice. Tanto più frivolo quanto più apparentemente grave, ma in realtà distante dalla verità.

(commento musicale infernale, per oggi: Wardance dei Killing Joke (1980), sconsigliato per orecchie sensibili e comunque da ascoltare il meno possibile, davvero infernale, ma che sembrava adatto dato che De Luca parla di Orfeo che va all’inferno a riprendere Euridice … ma sappiamo anche che l’inferno pagano non è la stessa cosa di quello cristiano, e De Luca lo sa.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...